Intervista per il progetto #InTransito a Paola Sarcina e Tomaso Thellung

Rosalucia Angela Scannapieco intervista Paola Sarcina e Tomaso Thellung che ci raccontano come nasca l’idea creativa del progetto #InTransito e i diversi linguaggi creativi scelti per dar vita al progetto #InTransito. Poi ancora il Contest video fotografico, i laboratori e già alcune anticipazioni sulla prossima edizione!
Di seguito l'intervista scritta. 

Chi è Paola Sarcina?

Paola Sarcina è fondatrice e Presidente dell’Associazione Music Theatre International e Direttore del festival Cerealia. Paola è operatrice culturale per lo spettacolo dal vivo e per la cultura nazionale e internazionale.

Chi è Tomaso Thellung

Tomaso Thellung è attore e produttore teatrale, direttore creativo del Music Theatre International e cofondatore e produttore esecutivo di Onstage, festival creato per celebrare il teatro “off off” indipendente americano in Italia; lavora abitualmente come attore, speaker e voice over.

L'intervista

Rosalucia: "Paola, da dove nasce l’idea creativa del progetto #InTransito, esperienze creative dedicate a Roma?".

Paola Sarcina: "Allora, l’idea è nata perché quasi, un anno fa, ancor prima che iniziasse la pandemia, spesso passando attraverso la stazione Tiburtina, avevo percepito che fosse un luogo con degli spazi interessanti che potevano essere valorizzati al di là del classico uso commerciale, che è primario soprattutto nell’area della galleria, dove poi saremo anche noi. Questa curiosità era data proprio per l’architettura un po' particolare della Stazione Tiburtina a seguito del progetto di restauro. Ha creato un’attenzione particolare per la sospensione aerea, per questi spazi grandi. Abbiamo quindi iniziato un discorso interlocutorio con Ferrovie dello Stato e Grandi Stazioni proponendo iniziative culturali in questo luogo che potessero stimolare la partecipazione e coinvolgere chi si trova in stazione, chi prende il treno, chi raggiunge la città e così scoprire anche contenuti diversi.. Poi è uscito il Bando Contemporaneamente Roma insieme a Creare e Comunicare e Movie Logic che è una startup con cui abbiamo iniziato una collaborazione, abbiamo pensato di proporre un progetto e lo abbiamo sottoposto a Ferrovie, per proporre appunto questo tipo di nuova funzione di quei luoghi. Un progetto triennale che andremo ad iniziare adesso".

Rosalucia: "Tomaso, #InTransito è un progetto interattivo e partecipativo che prevede l’uso di diversi linguaggi creativi e digitali in presenza sull’esperienza del viaggio. Che cosa succederà nello spazio allestito all’interno della Stazione Tiburtina, all’interno della galleria commerciale adiacente il FRECCIAClub Trenitalia?".

Tomaso Thellung: "Allora, innanzitutto è interessante lo spazio che ci è stato messo a disposizione dalle Ferrovie, è come se fossimo in un acquario, ovvero siamo in una zona circondata da vetri e questo ci consente di rispettare quelle che sono le normative anti covid-19 per cui riusciamo a mantenere le distanze di sicurezza perché il pubblico che transiterà davanti i nostri eventi potrà fruire delle performance, che avverranno all’interno di questo spazio, ed entrare in contatto con ciò che accade. Quindi ci saranno delle performance ma ci sono anche altre situazioni. Abbiamo soprattutto 3 spazi impostanti: c’è uno spazio oleografico, un ologramma dove ci sarà un’immagine vivente, un’attrice animata che interagisce con l’utente che si troverà dal vivo davanti, attraverso delle domande poste, questo attraverso un sistema di intelligenza artificiale; poi ci sarà uno spazio, un box audio dove le persone potranno lasciare un ricordo, un pensiero del loro viaggio, un commento, un’esperienza fatta; mentre in un altro spazio sarà possibile scrivere un ricordo scritto a penna, lasciare un post-it; avremo uno spazio centrale dove verranno eseguite le performance; ci saranno dei laboratori per bambini in cui cercheremo di farli interagire con lo spazio Roma, con la città, ci sarà una caccia al tesoro ed altri eventi che scoprirete".

Rosalucia: "Bene, come hai detto tu #InTransito oltre a prevedere una performance interattiva digitale, laboratori per bambini, una capsula del tempo per condividere ricordi, speranze, sogni del viaggio percorso o da percorrere nella città di Roma, photo e video exhibition e performance live, ma ha lanciato anche un contest video fotografico che ha come concept il viaggio e la città di Roma. Cosa prevedrà questo contest?".

Tomaso Thellung: "Allora, oltre ad esserci un’esposizione fotografica di Teresa Mancini e Riccardo Cattani che esporranno delle loro foto dedicate al viaggio, abbiamo lanciato questo contest in cui chiediamo alle persone, attraverso il sito www.contemporaneamenteintransito.it di inviarci del materiale fotografico e video sulle proprie esperienze di viaggio. Il materiale sarà visionato da una giuria qualificata e da una giuria popolare, verranno poi selezionate 20 fotografie e 3 video e ci sarà poi un vincitore per la giuria qualificata ed uno per la giuria popolare per le rispettive sezioni".

Rosalucia: "Paola, quali saranno le attività dei laboratori per bambini e come sarà possibile partecipare?".

Paola Sarcina: "Allora, per prima cosa ritengo opportuno ricordare il nome della nostra testimonial: Giovanna Barbero. Sarà appunto un ologramma. Allora, le attività dedicate ai laboratori per bambini si articolano in 4 appuntamenti che saranno il 18, 21 e poi sabato 23 e domenica 23, negli orari che sono specificati sul programma e sul sito. Sono prevalentemente attività ludiche e creative con l’intento di stimolare i bambini sul tema del viaggio, della creatività, diciamo anche legate all’uso della manualità, al recupero di materiali, materiali poveri come la carta, il cartone ecc., faremo dei quiz per conoscere meglio e scoprire la città. Per la domenica grazie alla collaborazione con Grandi Stazioni Retail, invece abbiamo raccolto, all’interno della galleria commerciale gli esercizi commerciali e saranno consegnati dei gadget, dei voucher per le famiglie che parteciperanno alla caccia al tesoro".

Rosalucia: "Per rallentare la diffusione del coronavirus e proteggere la salute e il benessere di tutti sono state necessarie alcune restrizioni di viaggio, pensi che dopo la pandemia saremo di nuovo in grado di viaggiare responsabilmente esplorando il mondo?".

Tomaso Thellung: "Beh, l’hai detto tu responsabilmente, l’importante è questo. Purtroppo, non fa parte del DNA di tutti quanti ma se siamo responsabili e riusciamo a mantenere qualche piccola regola di buon comportamento sicuramente sì, non vedo impedimenti. Nei grandi agglomerati urbani si potrebbe riscontrare il problema ma si spera nell’intensificazione dei mezzi a disposizione delle persone così che la gente possa essere più a suo agio. Se si riesce a fare questo in autunno torneremo come prima". 

Rosalucia: "Ce lo auguriamo. Paola, #InTransito è un progetto triennale, ci puoi fare qualche anticipazione? Quale sarà il tema della seconda edizione?".

Paola Sarcina: "Sì, è appunto un progetto sul viaggio e faremo tre edizioni presso la Stazione Tiburtina. Il progetto è pensato per un allargamento agli orizzonti del viaggio. La seconda edizione avrà come focus l’Italia, chi da Roma va verso l’Italia e chi, dalle altre regioni, viene a raccontarsi a Roma".

Rosalucia: "Bene, grazie intanto per essere stati qui con noi e diamo l’appuntamento a tutti dal 18 al 23 maggio alla Stazione Tiburtina, all’interno della galleria commerciale adiacente il FRECCIAClub Trenitalia".

Paola Sarcina: "Se posso, vorrei citare i partner del progetto: Creare e Comunicare e Movie Logic, il Gruppo Ferrovie dello Stato che ci ospita, il Comune di Roma che sostiene l’iniziativa e che ringraziamo e i nostri media partner che ci accompagnano, tra cui Roma Mobilità, Izi Travel, Invasioni Digitali, il Touring Club - Club di Territorio di Roma, Bycam Fotografia di Teresa Mancini, il Comitato Roma 150".

Download

FAQ

Video Gallery

Photo Gallery

Management Creare e Comunicare | Coding Digitest.net | Package Mercury - Ver. 1.0.6