Viaggiare per conoscere se stessi e gli altri

Viaggiare è una delle attività più belle ed appaganti in assoluto. Il viaggio può avere tanti significati e, citando lo scrittore Paulo Coelho: “Il viaggio è principalmente una profonda esperienza di vita”. Viaggiare è qualcosa che va oltre il mero bisogno di recuperare le energie dopo una lunga stagione di lavoro. Si viaggia perché si ha bisogno di esplorare, provare emozioni, scoprire nuove culture e tradizioni. Ma si viaggia anche ispirati dall’ambiente e dalla sostenibilità. E’ sempre più ampia infatti la platea di viaggiatori che hanno una vera e propria necessità fisica e psicologica, di visitare luoghi incontaminati e ritrovare il contatto con la natura. Ma tra i motivi che più di altri spingono le persone a viaggiare, ci sono quelli legati al bisogno di creare nuove amicizie e stimolare le relazioni interpersonali. Inoltre attraverso il viaggio, paradossalmente, si cerca di allontanarsi da quello che ci circonda e in parte anche dall’affollamento che sta diventando soffocante specialmente nelle grandi città. Viaggiare da soli è un modo alternativo, rispetto al viaggio fatto in comitiva, per sentirsi liberi, scoprire il mondo e per ritrovare la propria dimensione, esplorando intimamente se stessi.

E’ un modo per mettersi alla prova e per rafforzare la propria autostima. Ritrovare il contatto con la natura e il legame con la Madre terra e tutto ciò ha ispirato l’artista Sergio Gotti che sarà presente all’evento #InTransito. Esperienze creative - viaggiare in Italia e in Europa in modo sostenibile, creativo e inclusivo. Gotti ripropone la “capsula del tempo” attraverso le sue mani esperte, con un’installazione dal titolo “Il viaggio circolare del tempo”: una struttura in cartone (un tunnel percorribile) lungo 6 metri, al quale si accederà attraverso un gate che darà inizio a una viaggio ideale. L’opera vuole rappresentare il viaggio della vita, il legame con la Madre Terra e le sue creature, dalla quale gli alberi, con le loro radici, attingono l’energia vitale che alimenta e sostiene le altre forme di vita (l’allestimento interno del tunnel presenterà l’interazione con immagini e suoni). All’uscita del tunnel il visitatore troverà un’installazione, realizzata anch’essa totalmente in cartone, formata da alberi circondati da sculture di bambini. L’opera vuole rappresentare il viaggio della vita, il legame con la Madre Terra e le sue creature, dalla quale gli alberi, con le loro radici, attingono l’energia vitale che alimenta e sostiene le altre forme di vita. L’utilizzo del cartone è il simbolo della trasformazione e della rigenerazione di un albero che, nell’idealizzazione dall’artista, da carta torna ad essere l’elemento che l’ha generata. Terminato il percorso, ogni utente potrà aggiungere all’albero una foglia di carta sui cui scrivere pensieri e riflessioni sull’esperienza vissuta e/o sulle suggestioni maturate. Se vuoi conoscere meglio l’artista Sergio Gotti e la sua installazione per #InTransito. Esperienze creative – viaggiare in Italia e in Europa in modo sostenibile, creativo e inclusivo clicca qui.

#InTransito. Esperienze creative - viaggiare in Italia e in Europa in modo sostenibile, creativo ed inclusivo, si svolgerà dal 6 al 12 dicembre 2021 nella Stazione Tiburtina di Roma - all’interno della Galleria commerciale (secondo piano) e grazie all’ospitalità e collaborazione con GS Retail. Per conoscere il programma delle attività clicca su Calendario #InTransito 2021.

Download

FAQ

Video Gallery

Photo Gallery

Management Creare e Comunicare | Coding Digitest.net | Package Mercury - Ver. 1.0.6